clicca per ritornare alla modalità grafica


Benvenuti nel portale ufficiale dei servizi on-line dell'Azienda Sanitaria Provinciale di Trapani


clicca per un aiuto alla navigazione per consultare l'elenco completo delle access key


Visualizza Visualizza il testo con caratteri normali Visualizza il testo con caratteri grandi Visualizza il testo con contrasto elevato
Area riservata
Area riservata
Area riservata - accesso controllato
cerca nel sito
Motore di ricerca

Piano dei Centri di Responsabilit?/Centri di Costo

 

Con la fusione delle ex aziende sanitarie ASL 9 e S.Antonio Abate nell?attuale ASP Trapani, ? sorto, per molte attivit? aziendali, il problema dell?integrazione di molte procedure, regolamenti etc. .

Anche la struttura dei Centri di Responsabilit?/Centri di Costo ? stata sottoposta ad una attenta riflessione. Fino alla stesura del presente documento, si ? deciso di adottare una soluzione tampone costruendo un Piano unico dei Centri di Costo dell?ASP di Trapani ?accodando? al Piano dei Centri di Costo dell?ASL 9 il Piano dei Centri di Costo del S.Antonio Abate.

In questo primo triennio di vita dell?ASP di Trapani (01/09/2009 ? 01/09/2012) si ? implementata una nuova articolazione organizzativa esplicitata nell?Atto Aziendale (Delibera del D.G. n.2376 del 01/10/2010) e nel Documento di Organizzazione (Delibera del D.G. n.3862 del 10/08/2011), conseguentemente ? sorta l?esigenza, per una analisi attendibile dei costi di gestione per Unit? Organizzativa, di procedere alla stesura di un nuovo Piano dei Centri di Responsabilit?/Centri di Costo coerente con l?assetto organizzativo e strutturale dell?Azienda.

La necessit? di procedere a codificare ex-novo le unit? organizzative/contabili ? stata riscontrata anche in virt? delle attivit? poste in essere dalla Regione Siciliana per l?implementazione della ?Metodologia Regionale Uniforme di Controllo di Gestione? con l?acquisizione dei Servizi di consulenza direzionale ed operativa previsti dall?Accordo di Programma sottoscritto in data 11/12/2009, tra il Ministero del Lavoro, Salute e Politiche Sociali, il Ministero dell?Economia e delle Finanze e la Regione Siciliana, in attuazione dell?art. 79 comma 1-sexies lettera c), del D.L. 112/2008, convertito con Legge 133/2008, presso KPMG Advisory s.p.a. e Pricewaterhouse Coopers Advisory s.p.a..

Il progetto per la creazione di un ?Controllo di Gestione? regionale ? imperniato sulla definizione ed identificazione dei Centri di Rilevazione standard (CRIL) ossia gli oggetti minimi di rilevazione rispetto ai quali sono rilevate ed analizzate le informazioni (attivit?; ricavi; costi; fattori produttivi; etc.) che pur prodotte a livello locale garantiscono la confrontabilit? a livello regionale. 

Il nuovo Piano dei Centri di Responsabilit?/Centri di Costo ? suddiviso in 8 livelli rappresentativi, in maniera esaustiva, della struttura gerarchica e dei livelli di responsabilit? aziendale:

  • Livello 1)  -> Azienda;
  • Livello 2)  -> Organi Costitutivi; 
  • Livello 3)  -> Direzione Aziendale/Strategica; 
  • Livello 4)  -> Coordinamenti e Dipartimenti; 
  • Livello 5)  -> Unit? Operative Complesse; 
  • Livello 6)  -> Unit? Operative Semplici; 
  • Livello 7)  -> Posizioni Organizzative/Uffici/Servizi; 
  • Livello 8)  -> Centri di Costo (Unit? minime di rilevazione dei costi e ricavi). 

Si precisa che il settimo livello comprende tutte le posizioni organizzative individuate con Delibera del D.G. n. 3830 del 22/08/2012 tranne quelle omologhe con i livelli di responsabilit? superiori. 

La codifica dei primi sette livelli (Centri di Responsabilit?) ? di tipo alfanumerico concatenata gerarchicamente, mentre per l?ottavo livello (Centri di Costo) si ? utilizzata la codifica dei CRIL regionali:

  • Le prime due lettere identificano la Tipologia di Centro;
  • Le due cifre successive (o lettera + cifra) sono l?Identificativo del Centro; 
  • La terza cifra ? il Contatore; 
  • Quarta e Quinta cifra rappresentano l?indirizzo.


Tipologia di Centro

I centri di costo sono strutturati nelle seguenti tipologie:

1) CENTRI FINALI ? che erogano prestazioni all?utente finale, cui ? possibile tipicamente associare un valore tariffario e/o un ricavo (ricoveri, prestazioni di natura territoriale, prestazioni di prevenzione ?):

    1. FH ? centri finali ospedalieri; 
    2. FT ? centri finali territoriali; 
    3. FP ? centri finali prevenzione; 
    4. FM ? centri finali salute mentale; 
    5. FV ? centri finali veterinaria. 

2) CENTRI DIAGNOSTICO-TERAPEUTICI ? che, come i centri finali forniscono direttamente servizi finali all?utente (attivit? diagnostica e specialistica in regime ambulatoriale), ma come centri intermedi erogano prestazioni ai centri finali:

    1. DT ? centri diagnostico terapeutici. 

3) CENTRI DI SUPPORTO SANITARI ? che forniscono servizi sanitari funzionali/accessori all?attivit? dei centri finali:

    1. SX ? centri di supporto sanitari. 

4) CENTRI DI SUPPORTO ALBERGHIERI ? che accolgono tutti i costi che si riferiscono alla gestione logistica e alberghiera, sia essa effettuata internamente e/o acquistata all?esterno:

    1. AX ? centri per servizi alberghieri. 

5) SERVIZI GENERALI ? che comprendono le strutture che erogano servizi non sanitari (direzione, coordinamento, supporto tecnico, supporto amministrativo) necessari al funzionamento dell?azienda:

    1. GX ? centri per servizi generali. 

6) CENTRI DI SUPPORTO PER LA GESTIONE DELLA DOMANDA ? comprendono tutti i centri a supporto della committenza di prestazioni che non sono prodotte, ma acquistate da erogatori esterni:

    1. NN ? centri di supporto per la gestione della domanda. 

7) CENTRI DI RILEVAZIONE DELLA DOMANDA SODDISFATTA ? comprendono tutti i centri in cui si rileva il valore delle prestazioni ricevute dai propri assistiti:

    1. NZ ? centri di rilevazione della domanda soddisfatta. 


Identificativo del Centro

Al fine di rendere la codifica del centro di costo il pi? possibile ?parlante? , ciascun centro di costo ? identificato con un codice a due cifre/lettera+cifra univoco gi? utilizzato in altri ambiti (es. flussi informativi NSIS).


Il contatore

Il contatore ? una componente introdotta con la finalit? di tracciare separatamente i casi in cui uno o pi? centri di costo siano caratterizzati contemporaneamente da: analoga ?tipologia?; analogo ?identificativo?; analogo ?indirizzo?.

 

 

 

 

Circolare Piano CDC

 

Delibera N. 4830 del 25 Ottobre 2012

 

Piano dei "Centri di Responsabilit?/Centri di Costo" dell'ASP di Trapani raccordato al D.D.G. del 03/05/2013 "Istituzione flusso CRIL" (Delibera n. 3194 del 03/07/2013)

 

 

 

 

 

 

 

 

ultimo aggiornamento: 25/05/2016


Azienda Sanitaria Provinciale di Trapani
Sede centrale: Via Mazzini, 1 - 91100 Trapani
Centralino telefonico: 0923.805111
Partita IVA 02363280815 - COD IBAN: IT64Y0200816404000300734438
Informazioni: info@asptrapani.it P.E.C : apri le PEC aziendali
Riproduzione vietata senza autorizzazione della A.S.P. di Trapani :: ultimo aggiornam.: lunedì 26 giugno 2017
Portale internet realizzato da Progetti di Impresa Srl - Copyright © 2010