Equipe Psico-Sociale Emergenza - ASPTrapani.it - portale dei servizi on-line ASP 9 di Trapani

Azienda | Direzione Generale | Servizio di Psicologia (U.O.C.) | Equipe Psico-Sociale Emergenza - ASPTrapani.it - portale dei servizi on-line ASP 9 di Trapani

U.O.C. Servizio di Psicologia

Equipe Psico-Sociale  Emergenza

 

L’Equipe Psico Sociale di Emergenza è stata costituaita in osservanza della Direttiva del Presidente del Consiglio dei Ministri del 13 giugno 2006.

L’epe fornisce sostegno alle vittime di eventi catastrofici, presta la massima attenzione ai problemi di ordine psicologico che possono manifestarsi sulle popolazioni colpite e sui loro soccorritori. 

L’EPE opera nell'ambito del sistema di emergenza garantendo il proprio intervento sia in eventi catastrofici ad effetto limitato che in eventi catastrofici che travalicano le potenzialita` di risposta delle strutture locali.

 

Obiettivi dell’EPE

  • consentire la realizzazione delle manovre prioritarie per la sopravvivenza fisica dei destinatari dell'intervento e provvedere alla tutela della salute psichica attraverso l'attivazione di tutte le risorse personali e comunitarie; 
  • mettere in atto le iniziative di supporto in modo coordinato con le altre azioni previste ed attivate nella catena dei soccorsi sanitari, al fine di evitare sovrapposizioni e potenziali conflitti; 
  • diffondere sul territorio le informazioni più utili ad attivare comportamenti auto protettivi e di riorientamento adattativo e fornire strumenti per facilitare la comunicazione, la comprensione e l'utilizzo delle informazioni stesse;
  • garantire la raccolta e la conservazione accurata dei dati utili all'intervento, al fine di permettere una costante azione di monitoraggio degli interventi stessi.

 

Destinatari.

Destinatari primari degli interventi di supporto psicologico in emergenza sono le vittime dirette di eventi dirompenti ed improvvisi indipendentemente dalla gravita` dei danni materiali subiti ed evidenti.

Si da priorità alle fasce della popolazione piu` deboli e dunque a bambini ed anziani, persone con disabilita`, soggetti gia` sofferenti di disturbi mentali ecc.

Debbono essere considerati potenziali destinatari anche i testimoni diretti di fatti gravemente lesivi che hanno minacciato o compromesso la sopravvivenza di un essere umano; i familiari delle vittime; i soccorritori, volontari e professionisti, che a qualsiasi titolo abbiano prestato il proprio aiuto alle vittime e ai sopravvissuti. 

Oltre che i singoli individui, destinatari di intervento possono essere interi gruppi sociali quali famiglie, squadre di soccorso, team operativi e altri gruppi.

 

Tutorial in lingua araba per gli operatori sanitari impegnati nelle operazione di triage in occasione di sbarchi di immigrati 

 

 

 

Pubblicato il 
Aggiornato il