Qualità Aziendale e Rischio Clinico (U.O.S.) - ASPTrapani.it - portale dei servizi on-line ASP 9 di Trapani

Azienda | Servizi di Staff (U.O.C.) | Qualità Aziendale e Rischio Clinico (U.O.S.) - ASPTrapani.it - portale dei servizi on-line ASP 9 di Trapani

Qualità Aziendale e Rischio Clinico (U.O.S.)

Responsabile: Dott.ssa Maria Anelli
c/o Ospedale S. Antonio Abate - Via Cosenza - Erice Casa Santa
Tel. 0923809209
e-mail: maria.anelli@asptrapani.it


 

Organigramma:

Dott.ssa Maria Bianco - tel. 0923809339 - maria.bianco@asptrapani.it
Collaboratore Amministrativo Professionale

Dott.ssa Liliana Rubino - tel. 0923809339
Assistente Sociale

Dott.ssa Louise Locci
Infermiera Professionale - tel. 0923809339

Sig.ra Tosto - tel. 0924599290
Dietista

 

 

 

 

Competenze

 

Promuove, in modo sistematico e permanente, la qualità delle prestazioni e dei servizi, al fine di migliorare i livelli di salute ed il soddisfacimento dei bisogni dell'utenza, in un contesto di sicurezza, partecipazione e responsabilità condivisa, attraverso le politiche di governo clinico.

Contribuisce a sviluppare un contesto aziendale motivato ed orientato verso il miglioramento continuo della qualità tramite un approccio che metta in relazione ed integri gli aspetti clinici, gestionali ed economici, nonché quelli della ricerca e dello sviluppo, della sicurezza dei pazienti e degli operatori, dell'informazione e della valutazione delle tecnologie sanitarie, della formazione continua.

Supporta il management aziendale nella stesura e nella implementazione dei piani aziendali di miglioramento.

Supporta le diverse articolazioni aziendali nell'impianto e nello sviluppo dei programmi di miglioramento qualitativo attraverso un approccio multi-disciplinare di sistema che comprenda i pazienti, i professionisti e l'organizzazione.

Promuove la gestisce del rischio clinico e della sicurezza dei pazienti e delle cure.

 

 

Funzioni e compiti

 

QUALITA':

Svolge attività connesse alla costruzione dei sistemi di standardizzazione (qualità tecnica e organizzativa), di garanzia (accreditamento), di razionalizzazione (appropriatezza e medicina basata sulle prove d'efficacia), e di qualità percepita.

Promuove lo sviluppo di programmi di ricerca e sperimentazione nell'ambito del miglioramento continuo della qualità e delle aree ad esso connesse.

Svolge attività di benchmarking e di marketing strategico inteso sia come sviluppo delle eccellenze organizzative, che come capacità di anticipare l'evoluzione della domanda, dei bisogni sociali e dei bisogni di salute.

Garantisce la integrazione degli aspetti clinico-assistenziali e di quelli gestionali, in coerenza con i programmi di pianificazione strategica, attraverso la implementazione degli strumenti fondamentali del governo clinico, quali le linee guida ed i percorsi diagnostico terapeutici assistenziali, le raccomandazioni per la sicurezza dei pazienti e la gestione del rischio clinico, l'individuazione di indici di performance, di indicatori di efficienza e dei requisiti di appropriatezza e di qualità delle prestazioni.

Collabora con gli uffici preposti allo sviluppo di strumenti utili ad acquisire in via sistematica informazioni sul grado di soddisfazione dell'utente-cliente interno ed esterno.

 

 

RISCHIO CLINICO:

Referente aziendale SIMES per l'Assessorato della Salute e per il Ministero della Salute, essendo deputato alla rilevazione, analisi e trasmissione degli eventi avversi secondo il protocollo di cui all?art. 1 del D.A. n. 3181 del 23 dicembre 2009.

Promuove l'analisi degli eventi avversi, che dovrà essere effettuata in relazione alla metodologia prevista dai protocolli vigenti e tramite la costituzione di gruppi multidisciplinari di audit.

Riferisce alla Direzione Sanitaria Aziendale e all'Assessorato Regionale della Salute in merito alle attività aziendali legate alla gestione del rischio clinico.

Predispone ed attua il piano aziendale annuale per la gestione del rischio clinico e per l'implementazione delle buone pratiche. Tale piano dovrà contenere gli obiettivi annuali e le modalità di verifica del raggiungimento degli stessi.

Predispone la relazione annuale sulle attività svolte e sui risultati raggiunti in riferimento agli obiettivi prefissati nel piano aziendale per la gestione del rischio clinico. Tale relazione sarà pubblicata su sito web aziendale.

Elabora ed attua il piano formativo aziendale per la gestione del rischio clinico e la sicurezza dei pazienti secondo le indicazioni regionali.

Attiva le procedure per il governo del rischio clinico d'intesa con l'U.O.C. Controllo di Gestione e Sistemi Informativi Aziendali  con riferimento a:

  • appropriatezza, adeguatezza e qualità delle prestazioni, 
  • tassi di occupazione dei posti letto,
  • livelli di utilizzazione delle dotazioni tecnologiche,
  • accoglienza e accessibilità,
  • decoro ambientale e delle condizioni igienico-sanitarie delle strutture, anche sulla base degli indici di gradimento e soddisfazione dell'utenza.

 

 

Piano Qualità Aziendale

Il piano strategico per la qualità rappresenta uno strumento che disegna le linee di sviluppo dell'organizzazione nell'ottica del Total Quality Management per l'anno 2012, nelle more del recepimento di linee di indirizzo regionali per la stesura del Piano aziendale per la qualità e il rischio clinico. L'idea guida che caratterizza questo piano rappresentata dalla centralità del cittadino/cliente e dal perseguimento della sua soddisfazione attraverso il miglioramento continuo della qualità del servizio, della qualità tecnica delle prestazioni erogate, dell'efficienza organizzativa. Nel piano vengono ricontestualizzate le iniziative già in essere ed esplicitati i criteri di definizione delle aree prioritarie d'intervento in completa integrazione con la Mission, la Vision e gli obiettivi aziendali. 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Pubblicato il 
Aggiornato il 

Qualità Aziendale e Rischio Clinico (U.O.S.)